Su iTunes ci sono i Beatles

Sono felice di questo arricchimento nell’offerta del mio store preferito, e sinceramente non capisco i vari commenti negativi letti nel pomeriggio nei miei “socialcosi” di riferimento: ma davvero qualcuno si aspettava novitá di altro tipo dopo un cosí breve tempo trascorso dal lancio del nuovo Air e di iLife ’11?

Annunci

Ion Tape Express

I trentenni che leggono questo blog sicuramente si ricorderanno dei noleggi di CD sparsi in tutte le città italiane. Questa sorta di file sharing ante litteram consentiva a noi poveri liceali squattrinati di mettere le nostre avide manine sulle principali novità discografiche del momento o, cosa ancor più gratificante, riuscire ad ascoltare qualche introvabile bootleg di un concerto del nostro artista preferito. La seconda fase, altrettanto esaltante, era rappresentata dal riversare su nastro il contenuto dei cd noleggiati e di costruire, così, una collezione imponente di dischi e registrazioni live.

Oggi questo materiale, se ancora disponibile nelle nostre cantine (è il caso di chi scrive…), rappresenta un patrimonio destinato inevitabilmente all’oblio; in primo luogo siamo sommersi di quantità di mp3 che hanno soppiantato la premiata ditta nastri&cd, in seconda battuta utilizziamo altri supporti per ascoltare musica che dunque tagliano fuori le collezioni così faticosamente costruite. Inoltre esiste un pericolo tecnico: l’obsolescenza del nastro e la sua intrinseca fragilità mettono a rischio la possibilità di ascoltare nuovamente quelle registrazioni.

Cosa rimane allora al geek interessato a salvare la sua monumentale raccolta di concerti? Acquistare Ion Tape Express. Si tratta di un convertitore da segnale analogico a digitale in grado di trasferire sui nostri computer il contenuto delle nostre adorate musicassette. Dall’esterno sembra un semplice tape player (forse perché lo è…?), ma con un design alquanto contemporaneo, in tutto e per tutto simile al caro vecchio Walkman (non si sa mai, magari viene voglia di ascoltare una cassetta in luogo del solito mp3…). E’ possibile collegarlo, tramite un’uscita line-out, a hi-fi o amplificatori esterni.

Cosa fa esattamente?

  • converte le cassette audio in mp3
  • gli mp3 generati possono essere inseriti nelle playlist iTunes e masterizzati su CD
  • connessione con il computer tramite cavo usb
  • può essere usato come lettore di cassette stand alone
  • può essere collegato tramite line out ad hi-fi o amplificatori esterni
  • compatibile con MAC OSX e WINDOWS

    Insomma, è un bel pezzo di retrohardware (al costo di 49 sterline…ma potete comprarlo anche tramite eBay ad una 70ina di euro spese di spedizione incluse) che riporta tutti noi ai tempi in cui Guitar Hero non esisteva; ed allora si metteva la cassetta nello stereo, si prendeva la racchetta da tennis (o qualcosa di simile) e si partiva di air-guitaring.

Spiderman, tu sei l’Uomo Ragno…ed a causa tua mi comprerò iPad!

Questa mattina, nel consueto tour domenicale dell’AppStore, ho intravisto una applicazione davvero degna di nota: si tratta di Marvel Comics, app grazie alla quale è possibile acquistare (tramite iTunes) e leggere i fumetti delle principali testate Marvel (Uomo Ragno, X-Men, Iron Man, Hulk, Thor, I Fantastici 4…devo proseguire?). L’applicazione ha le stesse modalità di funzionamento della più nota e precedente Digicomics di Disney; fondamentalmente, ed in maniera del tutto riduttiva, si tratta di un visualizzatore di file univocamente destinato a consentire all’utente di “sfogliare” un fumetto Marvel. Sfogliare, tuttavia, non appare del tutto esatto come termine di definizione: attraverso il multitouch dei dispositivi Apple, è possibile non solo girare pagina durante la lettura ma isolare la singola tavola e, in maniera ancora più dettagliata, il singolo riquadro che vogliamo leggere. Non solo: una volta isolato il riquadro è possibile navigare nel resto del fumetto procedendo di riquadro in riquadro in una sorta di versione “lente di ingrandimento” utile per coloro che vogliono apprezzare appieno il lavoro dei disegnatori gustando ogni singolo dettaglio grafico. L’applicazione è disponibile per iPhone e per iPad (udite, udite). Eh sì, contestualmente al lancio della tavola della legge di Jobs, è finalmente disponibile anche iTunes versione 9.1, finalmente in grado di consentire l’acquisto ed il download di ebooks e contenuti analoghi. Inutile dire che lo schermo di iPad si presta perfettamente a questo tipo di programmi ed alla fruizione di libri digitali ed informazione, data la sua peculiare fisionomia e le sue dinamiche hardware&software.

Jobs l’ha detto chiaramente, in pubblico e in privato: l’editoria potrà salvarsi dalla progressiva riduzione del numero dei lettori usando iPad. Un monito che sembra ancora in corso di elaborazione (soprattutto da questa parte dell’oceano) anche forse, in attesa di capire quale sarà il successo del tablet di Cupertino; non sono però pochi neppure coloro che hanno raccolto la sfida e hanno lanciato o si apprestano a lanciare applicazioni per iPad che hanno il solo scopo di tradurre in digitale quel che è sempre stato della carta.

I giornalisti di Macitynet hanno dato un’occhiata al programma restando davvero impressionati non solo per la qualità tecnica dell’applicazione, ma dall’eccezionale qualità di quella che potremmo definire l’infrastruttura messa a disposizione da Apple. iTunes sembra davvero essere la soluzione per la distribuzione di questo tipo di contenuti che si adattano benissimo al formato digitale e anche al sistema di vendita con anteprime, trame in sintesi e acquisto "in app purchase". Ma se Marvel Comics vince è anche e soprattutto per merito di iPad. Il suo schermo da quasi dieci pollici, al contrario di quello di iPhone, è l’ideale per leggere un fumetto, la qualità del display è eccezionale per definizione e nitidezza, la possibilità di zoomare, l’uso in modalità orizzontale e verificare sono tutti fattori che potrebbero portare la piattaforma intera di Apple a rappresentare un sistema alternativo e forse addirittura sostitutivo in diverse situazioni rispetto alla stampa su carta.

Resta ora da vedere quanto velocemente gli editori di fumetti riusciranno a comprendere come adeguarsi a questo nuovo scenario, quando velocemente riusciranno a capirne le potenzialità e quanto saranno determinati nello spingere una modalità che rappresenta, anche economicamente, qualche cosa di davvero rivoluzionario.

Di seguito troverete due video: il primo è una completa recensione video di TechTechManTv dell’app di cui abbiamo detto in questo articolo (solo versione iPhone); il secondo è una clip ufficiale che mostra le principali feature della versione iPad.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: