Su iTunes ci sono i Beatles

Sono felice di questo arricchimento nell’offerta del mio store preferito, e sinceramente non capisco i vari commenti negativi letti nel pomeriggio nei miei “socialcosi” di riferimento: ma davvero qualcuno si aspettava novitá di altro tipo dopo un cosí breve tempo trascorso dal lancio del nuovo Air e di iLife ’11?

Annunci

Alarm bug…chiarimenti

Ho finalmente avuto il tempo di effettuare una ricerca sull’argomento nel forum Apple ed ho scoperto che “dopo il 7 novembre potrai impostare di nuovo gli allarmi”: non resta quindi che provare domattina, per poi aggiornare il blog…naturalmente.
Maggiori info qui.

Halloween Mac

Un Mac é per sempre, e perchè non rifargli il trucco???
Lo stesso principio vale per iPad…e questa credo che sia la decorazione più bella mai vista prima…

(via poc)

tutte fandonie…

Nel corso di questa settimana si é svolto un evento Apple da titolo assai significativo, Back to the Mac. In un periodo in cui in molti hanno accusato il management di Cupertino di essere troppo concentrato su iPhone, iPad, e bla bla bla, tornare a sentir parlare di OSX ha il suo valore, reale e come tale assolutamente elevato, che i cazzutissimi Nerd come noi al loro rapporto con il personal computer: l’esperienza d’uso. Questa per me é sostanzialmente rappresentata dal gaudente piacere che il tempo trascorso con il mio Mac é in grado di farmi provare, quando mi concentro, come ora, sulla tastiera con le cuffiette nelle orecchie, oppure quando semplicemente metto in ordine i miei file. Ecco, tutto ciò premesso, non sarà difficile comprendere quanto importante quanto sia la presentazione di un personal computer come il nuovo MacBook Air: un personal computer in grado di fare tutto, ovunque. Che lo si scelga da 13″ o da 11,6″ poco importa, quel che conta é che sarà sempre con me, discreto e potente, sottile ma robusto, piccolo ma veloce, vero Mac fino all’OS. E poco importa che alcuni oggi sono impegnati nel far notare che Steve Jobs ha sempre rifiutato l’idea di produrre un netbook. Questi sono in malafede: Apple non ha mai rifiutato l’idea del personal computer ultra portatile (si pensi i gloriosi Powebook ed iBook da 12″) ma quella della rinuncia delle prestazioni, della potenza e dell’autonomia operativa, immolate sull’altare delle dimensioni. E’ per questo che chi scrive ha sempre e solo concepito i netbook Linux on board. E’ per questo che il nuovo MacBook Air da 11,6″ non é un netbook. E’ per questo che la serata del 20 ottobre per Andrea e Marco è stata così esaltante.

Attese

Allora, se ho ben capito il 20 ottobre ci sarà un evento Apple dal motto “back to the Mac”. Credetemi, i rumors a proposito della presentazione del muovo MacBookAir, da 11,6″ e non più da 13″ mi eccitano. Se si rivelassero veri (è un periodo in cui non ho tempo/testa per approfondire da solo) Io lo comprerei subito, o almeno entro breve.

uguali ma diversi

Il nuovo iPod Nano presenta una nuova, avvincente e coinvolgente, interfaccia touch in un form factor di 3×3 cm pur conservando un firmware specifico: l’assenza di iOS é confermata dall’assenza dell’accellerometro, e dall’impossibilitá di installare applicazioni sviluppate da terze parti. Su un dispositivo simile mi pare corretto…anche se, la possibilitá di lavorare sulla App “orologio”, e solo quella, sarebbe stato bello…a riprova di quanto questo argomento mi appassioni, pensate che bello poter scaricare motivi “SWATCH inspired”! Continuo a sperarci, del resto Apple stessa potrebbe rendere disponibili simili implementazioni in futuro attraverso un agg.to software.

piccolo e quadrato

lo comprerò nel momento in cui lo potrò abbinare ad una custodia con cinturino, così da avere il mio iWatch e poter sfruttare l’innata feature che permette di impostare la visualizzazione dell’orologio analogico a tutto display all’accensione.
Tutto ciò premesso, sia chiaro che, comunque, io già lo adoro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: