Apple TV: qualcosa di poco convincente

Devo ammetterlo. Dopo un periodo di diffidenza, oggi mi trovo nella condizione di dover ammettere che mi comprerei qualsiasi prodotto Apple. Non so se mi comprerò un iPad: dopo alcune prove sul campo (leggi Fnac) dagli esiti incerti ed in massima parte sfavorevoli, ho trovato alcune possibili interessanti applicazioni che potrebbero indurmi ad acquistarlo. Esiste ancora un margine di incertezza in proposito, pertanto non starò qui a fornire inutili precisazioni. Anche perché non è questo il tema che mi interessa approfondire. La compulsione per i prodotti Apple, tuttavia, non riguarderà, salvo particolari evoluzioni che non credo si potranno verificare, la nuova AppleTV. Guardando in diretta streaming il keynote di Steve Jobs, ho avuto la netta percezione di un evento a due velocità: nella prima parte una splendida galoppata nel mondo iPod, di fatto rivoluzionato, nel migliore stile Apple. Nella seconda parte, quella dedicata ad AppleTV, ho notato l’esatto inverso. Rispetto al prodotto della generazione precedente non sembrano essere stati fatti passi da gigante di particolare rilevanza. Certo, a patto che la qualità della connessione ad Internet lo permetta, l’utente è in grado di fruire di contenuti interessanti, ma le novità, le rivoluzioni concettuali che mi sarei atteso di vedere non sono state soddisfatte. Avrei voluti vedere Steve Jobs tirare fuori dal cilindro il coniglio magico: un set-top-box in grado di fare lo stesso miracolo di iPod e di cambiare il modo stesso in cui viene fruito un certo medium. Cosa che non è accaduta. Inoltre, e qui la mia polemica esce dal terreno Apple per andare su quello delle major cinematografiche, l’idea del “noleggio” dei contenuti mi infastidisce notevolmente. Da vecchio appassionato di cinema, sono ancora fra coloro che amano vedere i film sul grande schermo. Sono pochi i film che potrei voler possedere, quasi sempre pellicole cui sono legato da ricordi personali o da affetto del tutto fuori dal comune (vedi la saga di Star Wars). Quel che mi infastidisce è la restrizione delle scelte, limitare il campo di esistenza della mia capacità di acquistare un prodotto nella forma che desidero. Per quanto possa essere un appassionato di futuro e di tecnologia, sono ancora legato ad alcune vecchie abitudini, una delle quali è la filmoteca, fisicamente intesa. Detto questo, da considerarsi evidentemente una personalissima opinione, credo che l’idea di AppleTV sia fondamentalmente buona, tuttavia non rivoluzionaria. Per come è oggi, non è questo, credo, il prodotto che possa indurci ad un nuovo, ulteriore, “think different”.

Annunci

Info andrea
Andrea vive e lavora a Roma. Due figli, una moglie ed una serie infinita di gadget tecnologici per restare in contatto con il mondo e con se stesso.

One Response to Apple TV: qualcosa di poco convincente

  1. marco says:

    commento

    Noto con piacere che l’argomento desta in noi una reazione assai simile, data dal comune sentire la tematica. Saró diretto: non ho alcuna intenzione di uscire dal concetto di possesso del supporto, sia anche esso dematerializzato. L’emozione che il bimbo provava comprando audiocassette prima, vhs poi, cd ancora oggi, dvd e bluray di recente, musica su iTunes Store nell’attuale, é la stessa, inratta grazie a Dio negli anni e mai e poi mai potrá essere la stessa con i contenuti a nolo. Io non credo che Blockbuster sia finito per colpa della cecitá del suo management nel suo non volersi accorgere di tale evoluzione: imho é finito, semmai, per ben altre colpe interne.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: