Provateci con un netbook

via manteblog

Annunci

Info MP
Questo blog nasce dalla comune passione di Andrea e Marco per l'informatica e la tecnologia: i due, figli degli anni settanta, non leggono i libretti delle istruzioni, divorano riviste di settore, ascoltano tanta musica, ricordano con commozione i magnifici anni del C=64 e comunicano fra loro principalmente con Ping! attraverso i loro iPhone bianchi e scrivono, scrivono, scrivono...buona lettura a tutti!!!

2 Responses to Provateci con un netbook

  1. Andrea says:

    Ho visto con attenzione il video che hai pubblicato e credo che sia opportuno ricondurre i termini della questione entro margini il più possibile corretti e proporzionati. Il programma per iPad mostrato nel video è un sequencer/campionatore di discreto livello pur senza sfociare nella complessità di altri prodotti; molte delle funzioni rappresentate sono disponibili in suite come Cubase oppure in vecchie conoscenze del settore come Cakewalk (di fatto un dinosauro…). Indubbiamente la possibilità di gestire e controllare i pattern tramite l’interfaccia touch dell’iPad ha un discreto fascino e costituisce un’attrattiva interessante. Ma dal punto di vista della potenza pura di elaborazione, non credo che vi siano molti elementi a sostegno del partito “prova a farlo con un netbook”; la controprova è offerta da un piccolo Asus EEEPc 701 con 2 GB memoria onboard e dal programma Rosegarden per Linux. Ecco, in questa configurazione (dal costo complessivo di Euro 150, centesimo più, centesimo meno…il programma è ovviamente open source) provarci con un netbook non è affatto peregrino. Aggiungendo un paio di biglietti da cento euro possiamo procurarci un kit touchscreen per EEEPc ed ecco soddisfatta anche la voglia di gestire il tutto tramite interfaccia touch, più o meno alla metà del costo di un iPad. Questo per dire che indubbiamente iPad rappresenta uno strumento affascinante ed in grado di soddisfare molti desideri dell’utente avanzato; quello stesso utente che probabilmente ha voglia a sufficienza di sperimentare nuove soluzioni per spingere i propri device al massimo della propria potenza. Ritengo che affogare nel mare magnum delle special purposes perdendo di vista lo stimolo rappresentato dalla possibilità di ottenere i medesimi risultati spremendo l’hardware disponibile, non renda giustizia nemmeno ad iPad. Il quale, a mio sindacabilissimo giudizio, è uno strumento spettacolare per alcune funzioni (ebook reader, video jukebox, internet, agenda, newsreader ed affini) e che rappresenta un potenziale supporto di elevatissimo livello per alcuni ambienti lavorativi (penso alle cartelle mediche di un ospedale gestite in rete e consultabili dal medico tramite il suo tablet); credo che volerlo trasformare in quello che oggettivamente non è, o che riesce ad essere forse perdendo un poco della sua natura, è volersi ostinare a creare una soluzione tecnologica in cerca di un problema da risolvere.

    • marco says:

      imho iPad nasce già del tutto pronto per poter fare questo ed altro, mentre un EEEPc deve essere spremuto e snaturato per esprimere queste potenzialità: tu sei un utente avanzato e trovi nelle modifiche hardware e software uno dei motivi della tua passione informatica ma un netbook nasce con potenzialità diverse. Quello che volevo sottolineare era il raffronto puro fra le caratteristiche dei devices, contro una logica di mercato che impone i netbook come macchine tuttofare, puntando su prezzi modesti grazie all’eliminazione delle features non necessarie, adatti alla navigazione internet (con i sacrifici di basse risoluzioni su schermi di piccole dimensioni), alla videoscrittura (integrano una tastiera) ma adatti ad un target non professionale di certo, ma probabilmente neanche prosumer. Ecco, quello che intendo dire é che iPad lo prendi ed é pronto peri campionamenti, mentre un netbook no.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: