Le tecnologie che mi hanno cambiato la vita…

Dieci anni fa cominciava il ventunesimo secolo, e il secondo millennio. Molti colsero l’occasione per tirare le somme, e guardare quali previsioni si fossero avverate, ispirandosi soprattutto alla fantascienza ma senza tralasciare fonti storiche più rilevanti. Poche settimane fa il 21esimo secolo ha compiuto dieci anni: non possiamo certo guardare al 2000 e capire quali previsioni si sono rivelate corrette e quali no, ma possiamo cercare di capire che cosa è accaduto nel mondo della tecnologia. In altre parole, cosa ha impattato maggiormente sulle nostre vite?

Stilare una lista simile, come potete immaginare, è un’impresa azzardata. Le opinioni e i ricordi personali giocano un ruolo determinante. Abbiamo comunque tentato di scegliere gli elementi tecnologici che hanno determinato, con maggior forza, l’evolversi della nostra società. Ci siamo consultati, abbiamo domandato ad amici e conoscenti, e soprattutto osservato il mondo com’è oggi. Inevitabilmente, però, qualche lettore avrà un’opinione diversa su quali tecnologie della prima decade dovrebbero essere ricordate come momenti fondanti. Vi invito a condividere con me le mie idee a riguardo.

Nel 2002 il sogno di avere un robot che si occupa delle faccende domestiche è diventato un po’ meno fantasioso, grazie al Roomba, un aspirapolvere robotizzato, con l’aspetto di un disco volante da circa 35 cm di diametro. Questo robot è semplicemente eccezionale: può pulire mentre non siete in casa, aggirando ostacoli e raggiungendo anche i punti difficili, come sotto al divano. Ha venduto 2 milioni e mezzo di esemplari nei primi cinque anni, e ci sono voci che alcuni proprietari ci si sono affezionati come a un membro della famiglia. Lo trovate online a partire da 210 euro più spese di spedizione.

Il 2001 ha visto la comparsa di un prodotto che è diventato uno dei simboli più forti della società moderna, l’iPod. La rotellina cliccabile e la possibilità di portarsi in tasca milioni di canzoni, insieme a un design di successo, hanno trasformato questo gadget in un icona, che milioni di persone hanno voluto acquistare. Ne sono stati venduti più di 220 milioni, in vari modelli, trasformandolo nella più grande rivoluzione nel campo musicale dai tempi del walkman. In un museo della tecnologia, l’iPod meriterebbe un’intera sala.

Mozilla esiste da molti anni, ma è solo dal 2004 che abbiamo Firefox, un browser sicuro ed efficiente che ha contribuito concretamente e in più modi all’evoluzione del web e dei suoi stessi concorrenti. Leggero, sicuro ed efficiente, Firefox ha sfidato e sfida tuttora Internet Explorer di Microsoft. È apprezzato dagli utenti per le sue molte funzioni aggiuntive, e dagli sviluppatori di siti grazie alla sua aderenza agli standard. La stessa idea di Web 2.0, probabilmente, non sarebbe la stessa senza Firefox.

Per anni il gioco di ruolo ha avuto un solo nome: Dungeons and Dragons. Il gioco da tavolo conta ancora milioni di appassionati in tutto il mondo, ma il nuovo punto di riferimento sono il computer e il gioco online, grazie a World of Warcraft. Questo gioco non fu certo il primo del suo genere, ma è certamente il più famoso è quello con più giocatori. A dicembre del 2008, infatti, erano ben 11,5 milioni. Il gioco, pubblicato nel 2004, offre al giocatori la possibilità di crearsi un’identità virtuale e di partecipare a battaglie in stile fantasy insieme ad altri giocatori in tutto il mondo. Le citazioni, i riferimenti culturali e la sua presenza nella cultura quotidiana è ancora oggi altissima, come dimostra per esempio l’episodio dedicato di South Park.

Una volta per parlare al telefono bisognava restare attaccati a un cavo collegato alla parete. Oggi, invece, grazie agli auricolari bluetooth, non dobbiamo nemmeno tenere in mano il telefono. Oggi questi prodotti vengono usati con un po’ più di decenza, rispetto al passato, ma fino a qualche tempo fa non era facile distinguere tra uno squilibrato che sbraitava all’aria e una persona occupata in una discussione telefonica. Questi prodotti non sono sempre belli da vedere, anzi, molti hanno l’aspetto di un bubbone nero che cresce sull’orecchio, ma tutti rendono l’uso del telefono più comodo. Inoltre, migliorano anche la sicurezza, basta pensare all’uso del telefonino mentre si è alla guida.

La memoria USB è probabilmente il dispositivo di archiviazione portatile più famoso al mondo, e certamente il più economico. Oggi potete comprare molti gigabyte di memoria con pochi euro, e ottenere la possibilità di trasportare con facilità documenti, video e musica. È così diffuso che ne esistono modelli di ogni forma e colore, dai droidi di guerre stellari ai peluche, fino alle dita umane. La loro presentazione, nell 2000, si deve a IBM. Il pendrive ha dato un pesante contributo alla morte del floppy, e oggi potete collegarli a molti dispositivi, non solo computer ma anche autoradio, router, PVR e così via.

I sistemi da gioco hanno ricevuto una grossa spinta degli ultimi dieci anni, grazie ai tre grandi produttori attualmente sul mercato, cioè Sony, Microsoft e Nintendo. Tra Sony e Microsoft, è stata la seconda ad essere più premiata dai consumatori, probabilmente grazie a un’uscita anticipata rispetto al diretto concorrente e all’ottimo livello del gioco online. In generale, tuttavia, il decennio passato è da ricordare anche per la diffusione di massa delle console da gioco, che fino agli anni ’90 erano ancora prodotti relativamente poco diffusi.

La videocamera Flip ha dalla sua il prezzo e la facilità d’uso, che la rendono l’erede diretta delle piccole telecamere amatoriali che si usavano negli anni ’80 e ’90. È una videocamera piccola e leggera, che facilita il caricamento dei video online. La Flip ha tutti gli ingredienti necessari per divertirsi girando dei video, dalla semplicità d’uso all’immediatezza della condivisione. Potete facilmente attaccarla a un casco o una bicicletta, oppure portarvela sottacqua con l’apposito accessorio. La Flip entra a pieni meriti nella nostra lista delle migliori tecnologie del decennio.

In un futuro museo, se al BlackBerry sarà dedicata una teca, l’iPhone meriterà un’intera ala dell’edificio. Quando Apple presentò quello che oggi è il suo prodotto simbolo, cominciò l’era del touch-screen ubiquo, che aveva già mosso i primi passi con il Nintendo DS. L’iPhone sarà ricordato per aver cambiato l’idea d’interazione tra uomo e macchina, e nel tempo i difetti e i problemi saranno dimenticati, anzi, non ci ricorderemo nemmeno che fosse un telefono. L’innovazione che lascerà il segno sarà quella delle applicazioni mobile, un settore che già oggi genera milioni di dollari di fatturato. Prima dell’iPhone aggiungere un’applicazione allo smartphone era un processo macchinoso, e in generale erano difficili da usare. Oggi, con centinaia di nuove applicazioni ogni giorno, lo scenario è del tutto cambiato.

L’innovazione tecnologica non ha risparmiato nemmeno i libri, che sono rimasti uguali per secoli. Gli e-book permettono ai lettori di tutto il mondo di scaricare un libro, o più di uno, in pochi attimi. L’esempio più famoso per la fruizione di questi prodotti ce lo dà Amazon, che dal 2007 trasforma i libri in file, e li vende direttamente online unendo elettronica e letteratura con il Kindle. Questo lettore, probabilmente, sarà per sempre uno dei pochi gadget per cui nessuno ci dirà “ti rimbambisce”. I libri elettronici sono il futuro della lettura, questo è certo, anche se al momento si discute ancora molto su come sia meglio leggere, se su carta o su uno schermo.

Una nuova tecnologia ha un carattere unico e riconoscibile quando mette fine a ciò che l’ha preceduta, cambiando per sempre il nostro modo di fare una certa cosa. Qualcuno di voi è certamente abbastanza grande da ricordare cosa significa fare viaggi in auto seguendo i cartelli e le cartine, impossibili da ripiegare. E certamente molti ricorderanno la sensazione liberatoria che hanno sentito quando sono passati ai sistemi di navigazione satellitare. Questa tecnologia esiste dai primi anni ’80, ma è diventata rilevante solo nel 2000, quando una legge degli Stati Uniti ha eliminato il margine di errore che i militari avevano imposto alle applicazioni commerciali. I navigatori GPS oggi permettono di muoversi facilmente ovunque nel mondo, o quasi, anche e soprattutto in luoghi dove non siamo mai stati. Niente più discussioni tra marito e moglie, niente più spiegazioni incomprensibili dai passanti, ma una guida sicura e (abbastanza) precisa, magari con la voce di un personaggio famoso. E soprattutto, addio cartine.

L’ultimo decennio sarà ricordato certamente per l’avvento dei social network online. Esistevano servizi social, negli anni ’90, ma l’avvento di Facebook è certamente l’evento da ricordare. L’impatto sociale di Facebook è stato, ed è ancora, enorme, ed è l’argomento di migliaia di articoli e dissertazioni di ogni tipo. Solo il tempo ci dirà se e come Facebook ha cambiato la nostra società. Per ora possiamo solo tenere conto di quanti matrimoni ha distrutto, quanti ne ha creati, quante cause sono state influenzate dagli aggiornamenti di stato o quanti posti di lavoro o appuntamenti ha reso possibili.

Annunci

Info andrea
Andrea vive e lavora a Roma. Due figli, una moglie ed una serie infinita di gadget tecnologici per restare in contatto con il mondo e con se stesso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: